BLOG - Studio Olistico Rovigo

Vai ai contenuti

Come Vincere il Mal di Schiena - La Visione Psicosomatica

Studio Olistico Rovigo
Pubblicato da in Blog · 30 Maggio 2018
Tags: maldischienavisionepsicosomaticatorcicollozonalombarezonadorsalezonadelsacrozonadelcocige
COME VINCERE il MAL DI SCHIENA
La visione psicosomatica


ASCOLTARE IL PROPRIO CORPO E’ PARTE DEL TRATTAMENTO-
COSA CI DICE LA PSICOSOMATICA DEL MAL DI SCHIENA


Oggi ti parlerò sempre della schiena, ma in visione olistica!
Che cosa vuol dire ?
Proverò a darti una lettura psicosomatica di alcuni dei dolori più comuni alla schiena!

Più spesso di quello che pensiamo il mal di schiena ha una base psicosomatica, così come spesso le cervicalgie sono di natura mentale.
I nostri pesi mentali diventano così macigni da portare sulle spalle e alla lunga ci appesantiscono emozioni e vertebre . La visione psicosomatica a volte può aiutare a comprendere le cause più profonde del disagio.
Come ti dicevo in qualche articolo precedente, i dolori e le malattie che ci colpiscono sono il modo che il nostro corpo ha per segnalarci che qualcosa non va.

Faccio una precisazione, escludiamo che l’origine del mal di schiena non sia originato da patologie particolari ( anche se.. potremmo avere una visione psicosomatica anche qui).

La colonna vertebrale rappresenta l’espressione fisica di quella forza che ci consente di affrontare le diverse situazioni di vita, è la capacità di mantenerci saldi contro le avversità, ed è anche associata al concetto di equilibrio. Tutto questo porta la nostra colonna vertebrale ad essere la sede della nostra capacità di sopportazione. Sulla nostra schiena carichiamo i pesi fisici, ma anche quelli emotivi. Non a caso, le persone ansiose, stressate, perennemente tese o sulla difensiva sono spesso piene di contratture .

Chi non ha mai sopravalutato i propri limiti, pagando poi ( inconsapevolmente ) le conseguenze ?
Quando ci si carica di impegni e responsabilità, può comparire quel blocco alla schiena che ci costringe a fermarci e a prenderci una pausa, che altrimenti non ci saremmo mai concessi.
Non è che qualche segnale di malessere…l’avevamo trascurato per caso ?

Chi ha uno spiccato senso del dovere, un altruismo eccessivo , chi non si concede mai un momento di svago e chi si sente schiacciato dal senso di colpa… è decisamente più a rischio !

Comprendere che quello che viviamo a livello psichico ha ripercussioni su ciò che proviamo a livello fisico, ci fa comprendere che la possibilità di ripristinare un buono stato di salute ed equilibrio è nelle nostre mani, ed è una nostra responsabilità .

A volte è necessario porre dei limiti, e se ci mettiamo in ascolto del nostro corpo, veramente, sappiamo cosa possiamo fare e cosa no. Più ascoltiamo il nostro corpo e più impariamo a leggere i suoi messaggi.

Scendiamo un po’ nei dettagli della visione psicosomatica della colonna vertebrale.
Ebbene, se la colonna vertebrale è il nostro sostegno, e senza questa struttura non saremmo in grado di reggerci sulle gambe, è chiaro che è un simbolo di autonomia, di forza, di stabilità e di fiducia in se stessi.
Se ci pensiamo nel nostro linguaggio comune, avere la spina dorsale vuol dire avere personalità , assumersi la propria responsabilità e avere la capacità di pensare con la propria testa. Quando la schiena inizia a farci male, iniziano ad esserci contratture , infiammazioni, blocchi.. dobbiamo iniziare a pensare che c’è qualche peso nella nostra vita.

Analizziamo le singole zone della schiena.

- zona cervicale : il collo rappresenta il luogo di passaggio delle idee, ma anche la capacità di guardare più aspetti di una situazione, o di dar prova di umiltà chinando il capo ( metamedicina. Ogni sintomo è un messaggio.C.R.).
Il dolore alla vertebre cervicali può essere legato ad una svalutazione delle proprie capacità intellettive, alla paura dell’ignoto o alla paura di farsi un’idea sbagliata .

Le domande da porsi possono essere :
- mi ritengo meno intelligente degli altri ?
- Mi sminuisco per una scelta che ho fatto ?
Se si prova dolore ruotando il capo forse c’è qualche situazione che non vogliamo guardare ?

Il torcicollo è una contrattura muscolare che può rappresentare il rifiuto di far fronte ad una situazione perchè temiamo l’azione che andrebbe intrapresa ‘ c’è una situazione che preferisco ignorare perchè mi obbligherebbe ad un’azione che ho paura di compiere ?’

La rigidità diffusa all’altezza della nuca spesso rappresenta la paura di perdere il controllo e di lasciarsi andare alle emozioni.

zona dorsale : questa è la zona dell’affettività e del sostegno. La zona dorsale si prolunga nella gabbia toracica che protegge i visceri.
Quando abbiamo dolore all’altezza del trapezio , può essere la conseguenza di una difficoltà di comunicare le nostre necessità o il nostro rifiuto agli altri per paura della reazione. Quindi, per fare un esempio pratico, quando non chiediamo aiuto per un lavoro ‘pesante’ ci organizziamo per farlo da soli e ci facciamo carico di tutta la responsabilità .
Se il dolore invece è tra le scapole riguarda un sovraccarico di lavoro a cui ci costringiamo per essere amati e riconosciuti. Spesso rappresentano la nostra incapacità di goderci la vita , perchè ci imponiamo troppo lavoro o perchè pensiamo sempre a cosa c’è da fare anzichè rilassarci .
Se il dolore è diffuso in tutta la zona dorsale rappresenta una svalutazione globale di se stessi, e non ci sentiamo forti abbastanza per far fronte a ciò che viviamo.

zona lombare
La lombalgia è spesso connessa con l’insicurezza sul piano materiale, come la paura di perdere il lavoro, di non riuscire a pagare i debiti, di non andare in vacanza etc. La lombalgia si può collegare anche ad un senso di impotenza nel cambiare una situazione nella nostra vita .

La visione psicosomatica dell’ernia del disco te la descrivo quando ti parlerò dell’ernia, così analizzerò tutti gli aspetti insieme !

zona del sacro: i disturbi e dolori che colpiscono questa zona sono per lo più collegati ad una svalutazione sessuale
zona del coccige: questa zona rappresenta i nostri bisogni fondamentali, la nostra sopravvivenza


La visione psicosomatica che ti ho appena descritto è tratta dal libro : ‘Metamedicina.Ogni sintomo è un messaggio. La guarigione a portata di mano. Di Claudia Rainville’.

Se vuoi iniziare a prendere in mano la responsabilità dei tuoi dolori, e iniziare a liberarti dei fastidi, fissa il TUO colloquio con me per pianificare il percorso più adatto alle tue esigenze!
Attraverso il riequilibrio posturale e la riflessologia posso aiutarti a ritrovare il tuo equilibrio psico- fisico!

Prenota al :
Messaggio alla pagina Facebook ‘Studio Olistico Rovigo

         Valentina





SEGUICI SU FACEBOOK
DOVE TROVARCI
Copyright 2018. All Rights Reserved. Privacy Policy -  Cookie Policy.
SEGUICI SU YOUTUBE
Torna ai contenuti